‘2001: Odissea nello spazio’. Oggi, con il film, si celebra anche la sua colonna sonora

Basta digitare il titolo del film e la sua colonna sonora verrà indicata di conseguenza.
il 3 aprile 1968 venivano presentati entrambi e se non li avete mai visti e sentiti, queste sono le parole del regista che ne decretò nascita e successo: 2001 è un’esperienza non verbale… Ho cercato la dimensione visiva come perimetro della comprensione e della costruzione verbale, per penetrare direttamente l’inconscio e il suo contenuto emozionale e filosofico.
Volevo che il film potesse condurre a un’esperienza intensamente soggettiva, in grado di guidare lo spettatore a un livello di coscienza profondo, esattamente come riesce a fare la musica…

Also Sprach Zarathustra

Lui è Stanley Kubrick e il film è il risultato dell’evoluzione di un soggetto di Arthur C. Clarke, il quale appone la firma alla sceneggiatura di quello che è considerato un capolavoro di visionarietà e stile.
Oggi lo si celebra per ragioni che appaiono ovvie a molti e per altre che invece sembrano poter interessare solo quanti sono impegnati nel tentativo di dare una definizione e una prospettiva di senso al concetto di Intelligenza Artificiale.
A noi il film interessa per quell’uso così… kubrickiano degli inserimenti musicali e per la forza che attraverso il commento musicale il regista riesce a imprimere alle sue visioni. Perché Kubrick attinge pressoché sistematicamente al repertorio classico, ridando nuova vita e contesto a brani comunemente conosciuti (sottraendoli alla dimensione di un ascolto convenzionale) o attingendo alla musica di compositori contemporanei sconosciuti ai più.
E qui dovremmo, per amore di cronaca, aprire una parentesi sui rapporti poco cordiali che Kubrick intrattenne con alcuni dei compositori che misero mano alle colonne sonore dei suoi film. Sarà sufficiente richiamare l’aneddoto che riguarda Alex North, al quale fu richiesta la stesura di brani musicali per 2001 e apprese di aver scritto a vuoto solo quando il film fu presentato al pubblico. Con ben altro commento musicale…
La scelta fatta dal regista, al netto delle considerazioni etiche del caso, non lascia delusi: la musica,  amplificando il senso della visione, contribuisce alla magistrale illustrazione, e quando occorre conduce lo spettatore allo spaesamento, allo straniamento, all’esperienza del vuoto e dell’indeterminato.
Also sprach Zarathustra
di Richard Strauss è forse il brano sinfonico che con il suo incipit gigantesco e potente  identifica con maggiore immediatezza il film, traendo da questa scelta una popolarità prima sconosciuta. Ma c’è anche l’altro Strauss, il Johann del valzer An der schönen blauen Donau (sul bel Danubio blu), che incornicia l’elegante e ineffabile danza delle astronavi nello spazio.
György Ligeti
è il compositore al quale Kubrick assegna il compito di creare una dimensione metafisica e ipnotica, anche angosciante. Sue le musiche tratte da Requiem, Lux Aeterna e Atmosphères. Ma anche da Aventures, adattate per il film a sua insaputa… Seguirono dichiarazioni da parte di Ligeti che attestavano la sua stima nei confronti dell’artista Kubrick e la sostanziale, inequivocabile disistima nei confronti dell’uomo Kubrick. Oltre che, ovviamente, una bella causa che il compositore vinse.
A lasciarci senza difese c’è poi la poesia del compositore armeno Aram Il’ič Chačaturjan con l’adagio tratto dal balletto Gayane. Ascoltatelo, a prescindere…

Che film guardate stasera?

2 risposte a "‘2001: Odissea nello spazio’. Oggi, con il film, si celebra anche la sua colonna sonora"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: